Warning: DOMDocument::load(http://www.radiostudio7.net/index.php?option=com_ninjarsssyndicator&feed_id=1&format=raw): failed to open stream: HTTP request failed! HTTP/1.1 404 Not Found in /web/htdocs/www.sportmaceratese.com/home/modules/mod_kcrssscroller/helper.php on line 30 
News da 7 Magazine

Seguici su Facebook

logo studio7 2 1
play 1 Ascolta la radio 

 

 



Medea, game over. Lamezia conquista la finale

medea squadra foto di Mauro PianesiGioco, partita e incontro. In finale ci va la Conad Lamezia che vince per 3-1 lo spareggio contro la Medea Macerata e si presenterà alla finale con Aversa per staccare un biglietto per la Serie A2.

Macerata che conferma al centro Daniele Medei, dopo la prova convincente in gara 2, mentre Lamezia parte con il sestetto che aveva iniziato gara 1, con Del Campo in banda anziché Garofalo al fianco di Manuel Bruno.
Inizia il primo set, con Macerata costretta sempre ad inseguire. La ricezione della Medea funziona bene (80% positiva) ma non basta perché gli ospiti fanno fatica ad arginare l’attacco locale (60% di efficacia offensiva per Lamezia nel primo parziale). La Conad ha così buon gioco nel tenere a debita distanza Macerata e un muro di Del Campo su Scuffia sancisce il 25-20 che chiude il primo set.
Veemente reazione della Medea ad inizio secondo set. 1-4 e coach Nacci chiama subito il time-out. Macerata che fa più fatica in realtà in ricezione ma è Lamezia a fare più errori, 5 in battuta e 6 in ricezione. La Medea sale in attacco al 62% e cresce a muro (3 blocchi vincenti contro nessuno dei padroni di casa). Sul 4-8 Macerata continua ancora ad accelerare partendo da un turno al servizio di Scuffia a metà set fino al 25-12 che rimette tutto in discussione.
Ancora Medea a menare le danze nel terzo set. Dal 6-8 si passa al 12-16 grazie ad una doppia di Zito e a una diagonale da posto 4 di Casoli. Lamezia però ricuce il gap con il turno al servizio di Spescha e un muro su Di Meo vale il sorpasso sul 20-19. Macerata controsorpassa e si guadagna il set ball sul 24-23. Scuffia però non passa dai 9 metri. Il resto lo fanno Garofalo e Spescha per il 26-24.
2-1 che pesa sugli ospiti. Medea che non riesce ad essere efficace al servizio come in gara 2 (74% di ricezione positiva nel quarto set per Lamezia). Padroni di casa che controllano il quarto set fin dall’inizio mentre Macerata tiene alto l’attacco con un 60% di efficacia realizzativa ma incappa in parecchi errori, 4 al servizio, 5 in attacco. Sul 24-23 Bruno attacca da posto 4, la panchina di Macerata reclama l’out ma l’arbitro dà palla buona. È il punto che porta in finale la Conad Lamezia, dimostratasi più concreta nei momenti chiave del match.

 

CONAD LAMEZIA-MEDEA MACERATA 3-1


CONAD LAMEZIA: Zito (L), Turano 6, Alfieri 1, Sarpong 1, Gaetano ne, Garofalo 7, Bruno 13, Del Campo 4, Polignino, Gerosa 1, Spescha 19, Alborghetti 6. All. Nacci.
MEDEA MACERATA: Molinari A. 7, Benedetti ne, Casoli 19, Miscio, Medei 4, Troiani 2, Molinari ne, Scuffia 21, Thiaw, Di Meo 10, Bussolari, Furiassi, Gabbanelli (L1), Valenti (L2) ne. All. Pasquali.
ARBITRI: Campolongo-De Martino
PARZIALI: 25-20 (30’), 12-25 (23’), 26-24 (36’), 25-23 (34’)
NOTE: Lamezia 13 errori in battuta, 1 ace, 5 muri vincenti, 62% in ricezione (53% perfetta), 55% in attacco; Medea 16 errori in battuta, 5 aces, 6 muri vincenti, 69% in ricezione (56% perfetta), 52% in attacco.

 

Condividi l'articolo

FacebookTwitterPinterest