Seguici su Facebook

logo studio7 2 1
play 1 Ascolta la radio 

 

 



Medea, sei la prima della classe! 3-1 alla Sa. Ma.

IMG 20180218 WA0001La Medea Macerata fa suo lo scontro al vertice della terza giornata di ritorno e guadagna la vetta in solitaria nel girone E della Serie B con un bel 3-1 ai danni della Sa. Ma. Portomaggiore. Una partita importante per risultato, prestazione e carattere che dà molti segnali positivi anche per il prosieguo di un campionato dove le difficoltà non sono finite.

Entrambe le squadre iniziano con i sestetti consueti. Nel primo set la tensione gioca un brutto scherzo alla Medea che parte contratta, con una percentuale di ricezione positiva (60%) non in linea con gli standard abituali (non che Portomaggiore faccia molto meglio, 61%). A mettere in difficoltà la ricezione di Macerata ci pensa soprattutto il servizio in salto di Pinali (3 aces per lui nel primo set). La Medea tiene difensivamente (42% di efficacia in attacco per Portomaggiore) e rimpingua la sua efficacia offensiva con 3 punti su 4 di Alex Molinari al centro, ma 10 errori punto indirizzano il primo set dalla parte della formazione di coach Taborda che prima perde l’occasione di chiuderlo facendosi raggiungere sul 24 pari ma poi lo fa suo ai vantaggi (24-26).
Come accaduto a Portomaggiore il primo set se lo aggiudica alla Sa. Ma. e, come allora, la reazione della formazione di coach Pasquali è importante. La ricezione positiva con Casoli (top scorer) e Gabbanelli sale addirittura al 93% (per il capitano 6 ricezioni perfette su 6 nel secondo set), permettendo a Miscio di far girare l’attacco biancoverde. Si cresce a muro, con 2 blocchi vincenti di Michael Molinari e 1 di Leonardo Scuffia. Il miglior rendimento deve ancora arrivare (sempre 10 errori punto per i maceratesi anche nel secondo set) ma i segnali di crescita sono evidenti e la tensione del primo set comincia gradualmente a dissiparsi e sul 16-13 la Medea allunga prepotentemente verso il traguardo, riducendo al 31% l’efficacia offensiva degli ospiti e facendo suo il parziale con un perentorio 25-18.
Balsamo per il cuore dei padroni di casa che ora hanno meno paura e non si fanno spaventare dal fatto che Portomaggiore parta meglio (5-8), ma continuano a macinare il proprio gioco e crescono in termini di lucidità (solo 4 errori), tengono un positivo 79% di ricezione, ma soprattutto riscuotono dividendi con il muro che frutta 5 punti, di cui 2 a firma di Di Meo che completa il suo bottino nel parziale con 3 attacchi vincenti su 5 totali. Come nel secondo set è dopo i 16 che il punteggio prende chiaramente la direzione di Macerata, con un break di 5-1 che porta la situazione al 21-16 per la Medea che non si ferma e chiude 25-19.
Chi però conosce la Sa. Ma. Portomaggiore sa che le risorse di questa squadra non finiscono mai. Imperativo del quarto set è dunque quello di partire forte. Prontamente recepito dalla squadra che si porta subito avanti sull’8-4. La ricezione positiva in verità cala al 44% ma Portomaggiore non riesce ad approfittarne a dovere anche perché l’attacco ospite deve “accontentarsi” del 39% di efficacia in virtù di una buona prova difensiva della Medea, che si dimostra ancora continua a muro (3 vincenti anche nel quarto set). Stavolta per gli ospiti non c’è modo di riavvicinarsi a Macerata che, una volta messa la prua avanti ad inizio set la tiene fino alla fine, firmando la vittoria e il sorpasso in classifica.
La gara sarà trasmessa in differita video martedì 20 febbraio alle ore 21, sul canale 611 del digitale terrestre delle Marche ed in simulcast dalla web tv di Radio Studio 7.

MEDEA MACERATA-SA. MA. PORTOMAGGIORE 3-1
MEDEA MACERATA: Molinari A. 8, Benedetti, Casoli 18, Miscio 1, Medei n.e., Troiani 1, Molinari M. 9, Scuffia 11, Thiaw n.e., Di Meo 14, Bussolari n.e., Furiassi, Gabbanelli (L1), Valenti (L2) n.e.. All. Pasquali.
SA. MA. PORTOMAGGIORE: Murano n.e., Felloni n.e., Porcello 7, Marzola 1, Bergantino, Ferraro (L), Benvenuti, Pinali 17, Magnani n.e., Spiga 7, Spitilli, Pellegrino 6, Porcellini 16. All. Taborda.
ARBITRI: Proietti-Cruccolini
PARZIALI: 24-26 (30’), 25-18 (25’), 25-19 (26’), 25-19 (28’).

 

Condividi l'articolo

FacebookTwitterPinterest