Warning: DOMDocument::load(http://www.radiostudio7.net/index.php?option=com_ninjarsssyndicator&feed_id=1&format=raw): failed to open stream: HTTP request failed! HTTP/1.1 404 Not Found in /web/htdocs/www.sportmaceratese.com/home/modules/mod_kcrssscroller/helper.php on line 30 
News da 7 Magazine

Seguici su Facebook

logo studio7 2 1
play 1 Ascolta la radio 

 

 



La Futsal T.E.C. Marche irrompe a gennaio

FUTSALCome un lampo, nella notte, sbarca nella nostra regione la FUTSAL T.E.C. MARCHE. Dagli inizi di febbraio, infatti, prenderà il via il rivoluzionario campionato di calcio a 5 che modificherà, radicalmente, il modo di fare sport amatoriale nel calcio a 5.

Sposando la filosofia della T.E.C. CHAMPIONSHIP C7, infatti, l’iscrizione sarà completamente gratuita, oggi come in futuro, per sempre e non solo il primo anno e il tesseramento assicurativo a persona di soli 5 euro. La manifestazione, patrocinata dal comitato regionale A.S.C. (Attività Sportive Confederate), è ideata e gestita dalla Polisportiva Sport Communication in collaborazione con la Trementozzi Eventi Comunicazione. Già due squadre hanno aderito alla preiscrizione e, con almeno sei squadre, il campionato prenderà il via e si protrarrà fino agli inizi di giugno, con pass per la vincente alle finali nazionali A.S.C. Ma non è solo il costo contenuto la novità della FUTSAL T.E.C. MARCHE. Andando incontro alle esigenze delle società, infatti, si può praticamente definire come campionato a “chilometro zero”. Le strutture di gioco, infatti, saranno selezionate in due modalità: accodandosi alla scelta della società iscritta, che in pratica si sceglie il campo di gioco e non paga alcuna quota gara per le partite casalinghe, occupandosi solo del pagamento del campo oppure, affidandosi ai nostri impianti convenzionati e provvedendo alla quota gara di soli 50 euro, con campi comunque presenti nel raggio di pochissimi chilometri dalla città di provenienza del club.

“Non obblighiamo nessuno a scegliere le nostre strutture – dice il presidente Emanuele Trementozzi – diamo ampia possibilità di scelta alle società sportive che, in virtù di rapporti pregressi o di maggiore comodità, possono indicare i propri campi di gioco per le gare casalinghe. In quel caso, provvedendo all’affitto del campo stesso, nulla sarà a noi dovuto per la partita, la cui quota gara sarà ad esclusivo carico della squadra ospitata e comunque di soli 50 euro, prezzo inferiore alla media di qualunque altro campionato amatoriale. Vogliamo che le società si sentano libere di giocare dove preferiscono e, soprattutto, a pochi chilometri da casa. Inoltre, come già sperimentato nel calcio a sette, siamo supportati da un apparato mediatico e giornalistico di prim’ordine, composto da giornali, radio e canali televisivi che mettiamo a disposizione delle nostre società. Senza dimenticare i buoni sconto e le convenzioni operanti con molte attività commerciali della zona, a completa disposizione dei nostri tesserati. Abbiamo fatto dello sport una ragione di vita, del costo ridotto e ammortizzabile una filosofia organizzativa, della comunicazione e del marketing un servizio del tutto gratuito. Due squadre hanno già aderito alla pre iscrizione, inoltre ci facciamo carico di ogni pratica burocratica relativa ad iscrizione e tesseramanento. Non obblighiamo nessuno ad avere una A.S.D. per giocare, concentriamo tutti i tesseramenti all’interno della nostra Polisportiva e provvediamo noi alle pratiche di ufficio. Inoltre, come già facciamo nella T.E.C. CHAMPIONSHIP C7, inviamo ogni mattina via mail la distinta già precompilata del match, che va solamente stampata e firmata prima della gara. Un servizio di vicinanza alle nostre società, che non devono più preoccuparsi di raccogliere dati e compilare a mano la distinta stessa. Pensiamo a tutto noi, i club devono solo pensare a giocare e divertirsi. Infine, cosa fondamentale, non servono i documenti di identità per giocare. La nostra organizzazione, prima della gara d’esordio, consegna un plico di tessere a colori, con tanto di foto e numero progressivo, che sostituisce in toto patenti e similari, togliendo un grosso pensiero a dirigenti e presidenti. Siamo innovativi, non vogliamo fermarci e ci batteremo sempre per uno sport pulito ed economicamente sostenibile. Da questo presupposto è nato il nostro campionato di calcio a sette che, ricordiamo, in un mese e mezzo ha raggruppato undici squadre. Da questo presupposto, ora, lanciamo la sfida al futsal”.

 

Condividi l'articolo

FacebookTwitterPinterest