Seguici su Facebook

logo studio7 2 1
play 1 Ascolta la radio 

 

 



L'atletica marchigiana festeggiata a Camerino

festa atletica 2015 201624 agosto 2017: ad un anno esatto dalle prime scosse del sisma che ha colpito il territorio, il mondo dello sport corre insieme per ripartire.

Nel Centro Culturale Benedetto XIII del Collegio Enrico Mattei, tutti i protagonisti dell’atletica marchigiana degli anni 2015 e 2016 sono saliti in passerella. 64 medaglie conquistate alle rassegne tricolori, 26 titoli italiani, 41 maglie azzurre, 52 primati regionali, 123 titoli italiani master: questi i numeri dei due anni di intensa attività per le società marchigiane. Presenti in platea i partecipanti al raduno regionale estivo con 97 giovani tra allievi (nati negli anni 2000-01) e cadetti (2002-03), che si sono allenati negli impianti della città universitaria da lunedì 21 a giovedì 24 agosto.
“Per il raduno è la diciannovesima volta a Camerino – ha sottolineato Giuseppe Scorzoso, presidente del Comitato regionale FIDAL Marche - e ormai si è creato un rapporto familiare, fatto di legami con le persone, le strutture e la loro disponibilità. Nell’ultimo anno il rettore e l’università si sono impegnati a fondo, nonostante le difficoltà provocate dal terremoto, e noi siamo di nuovo qui, senza alcuna defezione. Tra qualche giorno ci sarà un’altra importante iniziativa, il 1° settembre a Pieve Torina, dove tutti potranno affrontare insieme una camminata, vivendo insieme questo sport, al di là delle medaglie”.
A fare gli onori di casa Flavio Corradini, rettore dell’Università di Camerino: “Il mondo dello sport ci piace e abbiamo fatti grandi investimenti non solo sugli impianti sportivi ma anche culturali per far capire il valore dello sport, che fa bene a chiunque. Non potevamo immaginare di avere davanti un anno così impegnativo, però lo sport ci è stato vicino sin dal primo istante e ci insegna a superare le difficoltà”.
Sono intervenuti inoltre il rettore eletto Unicam Claudio Pettinari, Stefano Belardinelli e Roberto Cambriani, rispettivamente presidente e segretario del Cus Camerino (nonché consigliere della stessa Fidal Marche), il delegato del sindaco e consigliere comunale Gian Marco Quacquarini, poi Fabio Luna (presidente Coni Marche), Fabio Sturani (capo segreteria del presidente della Regione Marche) e Michela Ionna (responsabile educazione fisica per l’ufficio scolastico regionale).
Consegnate le Querce al merito atletico di 1° grado a Pino Rosei e di 2° grado ad Arnaldo Porro. Hanno quindi ricevuto le onorificenze i giudici di gara Antonio Satulli, Nazareno Spurio (1° grado) e Mario Mozzoni (2° grado), Gianfranco Giorgi e Giovanni Fioravanti per oltre 50 anni di attività ininterrotta. Premio speciale per Ruud Koutiki, azzurro alle Paralimpiadi di Rio, e al tecnico Mauro Ficerai, che per otto anni ha avuto il ruolo di fiduciario tecnico regionale e adesso è referente tecnico nazionale Fisdir. Uno degli applausi più calorosi è andato all’ostacolista John Mark Nalocca, studente Unicam e pluricampione italiano che ha conseguito la laurea con lode in scienze biologiche.

 

Condividi l'articolo

FacebookTwitterPinterest